Come ottimizzare un sito web

Come si fa la SEO? Perché è importante ottimizzare un sito e quali attività svolgere?

Home » Marketing » Come ottimizzare un sito web in pochi passi? SEO!
Come ottimizzare un sito web

Negli anni 60/70 il marketing si basava su un approccio molto più semplice rispetto ad oggi, diciamocelo non c’era la necessita di ottimizzare il sito web, era composto da 3 step:

  • Pubblicità
  • Messaggio
  • Vendita

Oggi invece si parla di web marketing, con un approccio del tutto diverso, orientato al network e ad una solida community! La pubblicità si è orientata non solo attraverso il “ Branding”, le campagne di Banner Link ma anche attraverso la SEO.

Le persone, prima di effettuare un acquisto, cercano informazioni sui motori di ricerca, portali o attraverso recensioni. E principalmente cercano:

  • Cosa pensano le altre persone di quel Prodotto/servizio
  • Avere maggiori informazioni

Ecco da dove nasce la formazione di una community, perché è utile? Perché le persone diventano pubblicità viventi del tuo prodotto/servizio! Un cliente soddisfatto porterà altri clienti, al contrario, un cliente insoddisfatto farà una cattiva recensione che porterà alla perdita di clienti

Come inserire un sito nella serp di google?

  • Inserire manualmente l’url
  • inviare una sitemap
  • inserire un link in una fonte esterna ( Blog, Forum, sito web)

Il primo passso? Verificare se il nostro sito sia stato accettato dai motori di ricerca e per verificarlo possiamo inserire nella barra di ricerca di Google: Site:www.dominio.it

Importante è anche analizzare i dati statistici del sito tramite Google Analytic, controllando la sezione Referral, potremo vedere se è presente qualche motore di ricerca.

Ottimizzare un sito con la SEO

I motori di ricerca sono “motori algoritmici” che attraverso un software chiamato SPIDER scansionano le pagine web per raccogliere informazioni sui siti e ne accrescono l’indice.

L’obiettivo, quando si vuole ottimizzare un sito è di essere presente nei primi 10 posti della ricerca di Google ( la SERP ).

Bisogna però capire come vogliamo posizionarci facendo una distinzione tra posizionamento organico, Pay Per Click ( PPC) o Pay Per Impression (PPI).

Come ottimizzare un sito web

Keywords: Importantissime nella pianificazione dell’indicizzazione del sito web, strategiche e inerenti all’argomento della pagina, si dividono in due fattori livello di competizione e Tempo.

Il livello di competizione è il fattore che indica quanti hanno lavorato sul posizionamento di quella Keywords. Altro fattore importante è il tasso di conversione, tiene conto infatti del numero di visitatori, utile soprattutto se il tuo obiettivo è guadagnare online con Adsense.

Fattore tempo vuol dire che conta anche l’anzianità del link presente nel sito, più è datato più conta per Google.

Per Ottimizzare il posizionamento organico ( naturale) del sito possiamo iniziare dell’Header ( Titolo), che dovrà essere unico per ogni singola pagina, coerente con il tema della pagina così da poter essere indicizzato.

Nel titolo è molto importante inserire la nostra Focus Key ( la parola chiave primaria ), evitando di scrivere un titolo tropo lungo altrimenti google lo taglia e inserire la Tag Description che incide molto sul tasso di Click.

La Focus Kay è bene inserirla anche nel primo paragrafo, enfatizzandola magari con un grassetto o un corsivo, cerchiamo di utilizzare i caratteri speciali così da dare maggiore leggibilità al testo.

Elenchi puntati: Piacciono molto a Google!

Link Interni ed Esterni al sito: Utilizzando gli Anchor Text avremo un sito di maggior valore per google!

Immagini: Le immagine sono un’altra potenziale fonte di traffico per il sito, importante è anche inserire l’alt tag delle immagini così possiamo garantire l’usabilità e l’accessibilità al nostro sito. Altra chicca è che in questo modo possiamo essere presenti su google Images e aumentare il traffico.

Link Building

Posizionare il nostro sito web nelle prime 10 SERP di Google vuol dire imparar a valutare la Link Popularity e assicurarsi una posizione in prima pagina, ma come?

  • Numero di link che puntano verso il nostro sito
  • Popolarità delle pagine che “linkano” verso il nostro sito
  • Numero di link in uscita

Inoltre, fondamentale per il posizionamento organico è il Trustrank, ci indica quali siti, secondo il motore di ricerca, godono di maggior fiducia (Trust) e considerazione. Crescere a salire nella posizione dei siti con alto trastrank e capire quali siano è semplice, basta considerare una parola chiave e tenere conto dei primi 10-15 risultati.

Come ottenere un link ”adatto” per la link popularity?

La prima tecnica, semplice ma efficace, è quella di scrivere contenuti di qualità; questo porterà gli utenti a entrare più spesso nel tuo sito. Possiamo anche pensare di creare una Landing page con un articolo, un prodotto, diciamo un’esca con un link interno che porti le persone sul tuo sito.

  • Article Marketing: Iscriversi a siti di comunicati stampa e inserire un link nell’articolo che porti al nostro sito;
  • Premi: Possiamo mettere in palio un “premi” ogni volta che qualcuno condivide quel link
  • Guest post:Trovare un blog che garantisca il Gues post e scrivere per loro.

Ottimizzare il sito con l’Affiliate Marketing!

La strategia di affiliazione è molto usata per esempio in E-commerce come Amazon, ed è molto vantaggiosa dato che si paga solo quando un’utente compie un’azione, distinguiamo dunque tra:

  • CPA:( Costo per Azione)
  • CPL: ( Costo per Lead )
  • CPS: ( Costo per Sell )

Ci sarebbe moltissimo altro ancora da dire sulla SEO, su come ottimizzare un sito web e sulle tecniche e strategie da utilizzare!

Se questo articolo ti è piaciuto, o ti è stato utile, condividilo con i i tuoi amici o colleghi e lascia un commento!