Lo sapevi che la mamma dei cretini è sempre incinta?
Home » Articolo » Lo sapevi che la mamma dei cretini è sempre incinta?

L’intelligenza la prendiamo da mamma o da papà? Quanta verità c’è in questo detto popolare?

Lo sapevi che la mamma dei cretini è sempre incinta?

Sembra proprio che, diversi studi scientifici dimostrano come il detto popolare trova conferma nella realtà, incredibile vero? L’intelligenza viene dalla mamma!

Anche se a dirla tutta, detto tra noi, l’avevo già intuito ma non avevo prove scientifiche per supportare questa mia tesi, ora si!

Se nella vostra vita avete avuto l’incontro del secolo con un uomo con la “U” maiuscola oppure con un tipo non molto sveglio, che fatica a capire ciò che dite, tranquille date pure la colpa alla suocera!

Se invece vostro figlio sembra avere l’aria di diventare il nuovo Bill Gates allora gonfiate il petto d’orgoglio perchè il merito và alla mamma!

Nel dettaglio, come Funziona?

Per questo ho bisogno di un aiuto, data la mia scarsa competenza scientifica, mi son rivolta a BIG G, trovando un articolo molto interessante, in cui alla base di questa teoria c’è lo studio sui “Geni condizionati”.

Cosa sono?

Sono geni che si comportano diversamente a seconda della loro origine, come dei tag, permettendo di risalire alla loro fonte e rivelando il loro stato di attività. Alcuni di questi geni funzionano solo se vengono dalla madre, sarà mica il caso di farla finita con tutti questi stereotipi di genere??

Lo sapevi che la mamma dei cretini è sempre incinta

Dalle ricerche che ho effettuato sembra proprio che i geni della mamma, indicati con il cromosoma X, vadano dritti alla corteccia celebrale che è dove si sviluppano le funzioni cognitive più avanzate come:

  • La pianificazione
  • l’intelligenza
  • Il pensiero
  • Il linguaggio

E quelli di Papà? I geni paterni, invece, vanno nel sistema limbico responsabile del centro emotivo celebrale che coinvolge; L’ipotalamo, l’amigdala, l’area preottica e il setto. Cosa regolano?:

  • Il sesso
  • Il cibo
  • L’aggessività

Uno dei primi studi fatti in questo settore è stato condotto nel 1984 presso l’università di Cambridge, seguito da molti altri nel corso degli anni. In questi studi è stata analizzata la co-evoluzione del cervello e il condizionamento del genoma, portando alla conclusione che i geni materni contribuiscono maggiormente allo sviluppo dei centri di pensiero nel cervello.

Non solo Cromosoma…

Il ruolo della madre gioca notevole importanza per la crescita e lo sviluppo del bambino, infatti, il legame sicuro è intimamente collegato all’intelligenza del neonato. Non a caso, si è dimostrato come un attaccamento alla madre nei primi due anni d’infanzia instaura un senso di sicurezza nel bambino e una capacità maggiore nel problema solving! Un metodo certo per sviluppare il loro potenziale.

Ma è realmente solo eredità materna, l’intelligenza?
Lo sapevi che la mamma dei cretini è sempre incinta

Si stima che il 40/60% sia materna ma, eh si c’è un ma, il restante si compone da stimolo esterni, caratteristiche personali e dall’ambiente. Il cervello così come il nostro corpo, per funzionare correttamente ha bisogno di tutto, quindi funziona nella sua interezza.

La cosa buffa è che per intelligenza s’intende la capacità di risolvere problemi e che per risolverli, anche semplici matematici o fisici, abbiamo bisogno del sistema limbico ( un’aiutino da papà ).