La verità sugli investimenti che non puoi permetterti di
Home » Articolo » La Verità sugli investimenti femminili che tutti dovrebbero sapere

Chi Dice Donna Dice Danno? La verità è che non ti hanno mai detto che si è rivelato un errore e sapete perché? Perché entro il 2023 il target chiave per gli investimenti risulta il mondo femminile, molto importante nella sfera dei consumi, raggiungerà i 93 milioni di Dollari.

Decisamente una preziosa risorsa per il mondo e in Cina pare che stanno studiano i dati riguardanti le statistiche effettuate, risulta che ci sia una notevole crescita nei settori come:

  • Sanitario
  • Istruzione
  • E-commerce
  • Finanza

Pensate che sono solo lo 0,2% della popolazione le donne ma detengono il 35% della ricchezza privata mondiale, pari a 900 miliardi di dollari; Come è possibile? La parola chiave è competenza! Tutto riguarda il fatto che si muovono con cautela e hanno un approccio lungimirante nei confronti degli investimenti, infatti, sembrano prediligere l’aspetto sicurezza e accumulare ricchezza per i progetti, è questa la verità. 

Eh si, le donne di successo sanno guardare lontano, investono con intelligenza e scelgono un approccio più cauto senza trascurare il rendimento.

La verità sigli investimenti femminili che tutti dovrebbero sapere

Di certo sono donne che oggi possono essere un’ispirazione per le future generazioni e di questi tempi anche essenziali per il rilancio economico mondiale. 

Può essere considerato un’ulteriore passo avanti per ridurre il confine che ci separa dall’uguaglianza di genere, anche se di strada ce n’è ancora tanta da fare!

Sarà possibile, di questo passo, raggiungere e sedere al tavolo dei BIG negli investimenti. È chiaro che la visione femminile su questo tempo è certamente pragmatica e razionale; da sempre promotrice degli investimenti funzionali e sulla base dei progetti di vita.

La verità: Dati alla mano!

Le donne che vengono incluse in questo segmento sono solo 60 mila rispetto a gli uomini e solo il 37% di donne ricopre una posizione lavorativa di rilievo al contrario del 56% degli uomini.

  • 2 su 3 sono laureate 
  • 48% di loro ricopre ruoli nei consigli di amministrazione
  • 25% ha una carica societaria
  • 1 su 5 vive da sola 

Dati che non sono entusiasmanti se si pensa che ben l’84% di donne risultano competenti e interessate alla gestione del denaro e il 68% dichiara di aver acquistato un prodotto finanziario.

E allora perché, mi chiedo, ci deve essere ancora tutta questa differenza se, come dimostrato, non manca competenza e non certo l’intelligenza per fare altrettanto se non di più?

Da ogni problema però bisogna cercare di trarre una buona opportunità. La verità è che se il divario tra stipendio medio maschile e femminile può essere compensato soltanto grazie a una rendita extra, questo è il momento giusto per le donne di prendere il controllo dei propri mezzi finanziari e cominciare a investire.

Prendendo in considerazione anche il fatto che le donne vivono in media di più rispetto agli uomini, questo deve essere un input in più per prendere il controllo del proprio denaro e farlo lavorare.

Prendiamo coscienza e ammettiamo che di strada ce n’è molta da percorrere; Ma restiamo fiduciose che questo possa essere un periodo florido per rilanciare il mercato, con uno sguardo tutto al femminile perché, chi dice donna: dice Vita!

La verità sugli investimenti femminili che tutti dovrebbero sapere

Cosa fare?

Sulla base di questo articolo è importante prendere coscienza dell’evoluzione che ha il mondo che ci circonda, di come la dipendenza economica possa essere un reale problema, che ci riguarda tutti.

Oggi affidarsi ad un posto “buono” o “ fisso “, comunque vogliate chiamarlo, non è più un’opzione fattibile; A mio avviso prendere coscienza di questo significa stare tre passi avanti a gli altri.

Piccole Donne inVestono” un libro che semplifica e avvicina il mondo della finanza a tutti coloro che poco sono appassionati del settore, grazie a Laura Tardino. Svela consigli teorici ma anche pratici per potersi costruire un portafoglio di investimenti coerenti con il profilo di ognuno di noi. 

Una guida per le giovani donne che non lavorano in questo settore e che sempre più si avvicineranno al mondo degli investimenti in futuro. L’idea nasce dal film uscito a inizio 2020 e tratto dal romanzo Piccole Donne di Louisa May Alcott, manifesto dell’emancipazione femminile. Il titolo, non a caso, è Piccole donne investono. I temi dell’educazione finanziaria si intrecciano a quelli dell’emancipazione femminile sapientemente descritti nel romanzo che, nonostante gli anni, rimane di grande attualità. All’interno, nozioni generali per comprendere in cosa e come si possa investire il proprio risparmio utilizzando un linguaggio semplice con un forte riferimento a uno dei classici della letteratura. Il libro si conclude con le risposte ad alcune domande fatte a noti professionisti del settore, uomini e donne, a testimonianza, da un lato, delle possibili differenze di approccio, dall’altro, come consulenza finanziaria a quattro moderne sorelle March.